immagine-preview

Ago 17, 2018

A Shanghai stanno costruendo un parco tematico dedicato ai videogiochi

La "città dei videogame" avrà una gigantesca arena per gli eventi live e spazi dedicati a R&S nel campo dell'animazione. Il progetto coinvolge anche Tencent, società proprietaria di League of Legends e Clash Royale

Sono gli e-Sports la nuova tendenza dello sport. Pubblico in crescita, eventi trasmessi in streaming planetario, sponsorizzazioni milionarie e, come se non fosse già abbastanza, presto anche un parco tematico. Si chiamerà Shanghai International New Cultural and Creative E-sports Center: apertura prevista a fine 2020, e sarà una piccola città costruita sui videogiochi competitivi.

La città dei videogame

La Cina è stata tra i primi Paesi a guardare con interesse l’espansione del mercato e-Sports e ora l’intenzione è quella di consolidare la propria posizione come potenza di riferimento nel mondo del gaming.

 

In tal senso deve essere inteso il progetto del Distretto Minhang, un parco tematico che, oltre alle prevedibili attrazioni, includerà anche aree per la ricerca e lo sviluppo di videogiochi, un’arena per gli eventi dal vivo (fino a 6mila spettatori) e spazi dedicati per 100 aziende ospiti: sia locali che estere. Non soltanto videogiochi, comunque. Il parco di Shanghai abbraccerà l’intrattenimento in generale rivolgendosi pure a film e spettacoli televisivi.

Uno spazio composito in cui avranno un ruolo importante anche i servizi dedicati all’istruzione e l’animazione. “Il progetto si svilupperà in tre fasi” ha spiegato Wu Bin, deputy head del Distretto di Minhan, in un’intervista al magazine Shine. “Prima l’arena per gli e-Sports. Il parco diventerà poi un punto di riferimento per l’industria nazionale supportandone lo sviluppo creativo”.

 

Oltre alla Super Generation Investment, il progetto coinvolge alcuni degli attori principali della scena tech cinese: NetEase, Alibaba e, ovviamente, Tencent. La società proprietaria di League of Legends e Clash Royale non è nuova a simili iniziative. Nei mesi scorsi ha ufficializzato, in collaborazione con la città di Wuhu, la creazione di un altro parco industriale e-Sports, dove potrebbero aver sede università, studi per l’animazione e, in generale, ogni tipo di attività correlata ai videogiochi e al mondo competitivo.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter