La realtà virtuale guida l'ondata sport-tech - SportUp immagine-preview

Mag 2, 2019

La realtà virtuale guida l’ondata sport-tech

Travis Cloyd, co-fondatore di Sports Tech Media, spiega quali sono le possibilità infinite aperte da questa tecnologia per lo sport in digitale

Il nostro modo di guardare allo sport è cambiato in maniera molto veloce negli ultimi anni. Siamo passati dal poter soltanto immaginare le partite, ascoltando il racconto alla radio, ad immergerci completamente nell’evento, fino a diventarne parte con la realtà virtuale. Tutto in pochi decenni. Oggi la sfida della tecnologia è creare nuovi modi in cui raccontare lo sport. Il mercato offerto dalla realtà virtuale si sta ampliando sempre di più: secondo i dati forniti da statista.com, le entrate della VR per il 2018 saranno di 9,1 miliardi di dollari, fino ad arrivare a 61 miliardi di dollari nel 2022. Goldman Sachs prevede che le entrate derivanti dal mercato della realtà virtuale supereranno quelle del mercato televisivo entro il 2025.

Realtà virtuale nella NFL

Minicamere televisive innovative, skycams, piccoli microfoni per cogliere tutti i suoni del campo: sono alcune delle novità che permettono di ampliare il modo di guardare il football americano. I Los Angeles Rams hanno utilizzato la tecnologia VR per offrire ai potenziali acquirenti di biglietti stagionali la possibilità di guardare dall’interno lo stadio non ancora terminato, permettendogli così di capire quale sarebbe la vista dal loro posto a sedere.

 

Per comprendere meglio come questa tecnologia verrà utilizzata, Travis Cloyd, leader del settore e co-fondatore di Sports Tech Media, società che crea tecnologie personalizzate, ha condiviso una prospettiva illuminante e un punto di vista privilegiato sul futuro dei media sportivi. Travis ha già sviluppato in precedenza prodotti per il cinema con la VR, con molti attori leggendari come John Travolta e Nicolas Cage, ed è in prima linea nel mettere insieme Hollywood e Silicon Valley.

Cloyd spiega come immagina il futuro della VR nello sport: “Le possibilità con la tecnologia immersiva sono infinite, come per la realtà virtuale e aumentata. Attraverso la realtà virtuale puoi teletrasportarti sulla linea laterale di un campo da gioco o indossare un vestito tattile e correre fuori cercando di evitare che un difensore ti venga incontro”.

 

Con la realtà aumentata, aggiunge Cloyd, si può anche digitalizzare il logo di un team o lo sponsor del brand e dare vita a un messaggio animato personalizzato. “Questi mezzi avanzano ogni giorno, permettendoci di costruire la migliore esperienza per i fan. Nel prossimo futuro, acquisteremo prodotti in tempo reale mentre guardiamo eventi dal vivo attraverso la realtà virtuale” aggiunge il guru della VR. Appare evidente che il pubblico sta diventando sempre più esigente, vuole essere sempre più vicino all’azione. Si sta scatenando una corsa tra le varie squadre, gli stadi e le arene per essere in prima linea in questo settore. Tutto a vantaggio dei fan.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter