Sport e tecnologia insieme valgono più di 30 miliardi di dollari - SportUp immagine-preview

Giu 22, 2019

Sport e tecnologia insieme valgono più di 30 miliardi di dollari

Secondo recenti dati, nel 2025 il giro d’affari generato dalla collaborazione tra questi due mondi sarà di 31,1 miliardi di dollari

La crescita del mercato della tecnologia nello sport sembra inarrestabile: se nel 2019 il giro d’affari generato è di 8,9 miliardi di dollari, le previsioni per il 2025 parlano di qualcosa come 31,1 miliardi d’affari. Un volume praticamente quadriplicato in poco più di un quinquennio.
La tecnologia è entrata ormai definitivamente a far parte di molti sport outdoor come calcio, rugby, football. Le nuove applicazioni hanno consentito di aumentare in maniera considerevole gli introiti dei rispettivi campionati sportivi professionistici. Non solo per gli sport giocati all’aria aperta: anche in quelli indoor la tecnologia ha aperto possibilità tutte nuove, disegnando scenari che sembravano impossibili fino a pochi anni fa.

Ma come è possibile che si arrivino a generare guadagni di questo tipo?

La risposta va ricercata nei diversi campi di applicazione che le più moderne tecnologie hanno riservato allo sport a 360 gradi: analisi dati, nuovi device wearables per migliorare le pratiche di allenamento, metodi di preparazione sempre più basati su avanzate ricerche scientifiche.

Per questo i mondi dello sport e della tecnologia si sono incontrati come mai prima, con i manager delle grandi aziende che hanno colto al volo le possibilità offerte dagli atleti dentro e fuori dal campo.

 

Per citarne alcune, queste sono i grandi player tecnologici che hanno deciso di investire nel mondo dello sport: IBM (Stati Uniti), Ericsson (Svezia), Cisco (Stati Uniti), Fujitsu (Giappone), SAP (Germania), Oracle (Stati Uniti), NEC (Giappone), LG (Corea del Sud), Sharp (Giappone), Samsung (Corea del Sud), Fitbit (Stati Uniti), Apple (Stati Uniti), Garmin (Stati Uniti), Sony (Giappone), Panasonic (Giappone), Modern Times Group (Svezia), Activision Blizzard (Stati Uniti), Tencent (Cina) e CJ Corporation (Corea del Sud).

Il matrimonio tra sport e tecnologia sembra andare insomma a gonfie vele, come dimostrano le novità portate ai Mondiali di calcio femminile in corso in queste settimane in Francia. Un matrimonio che porta in dote miliardi di dollari, destinati ad aumentare anno dopo anno.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter