Quarantena forzata, le migliori serie tv sportive su Netflix - SportUp

Ultimo aggiornamento il 27 marzo 2020 alle 17:20

Quarantena forzata, le migliori serie tv sportive su Netflix

In periodo di quarantena forzata, Netflix ci viene in soccorso con delle serie TV per gli appassionati di Sport. Da "Drive to Survive" a "The Carter Effect" sono alcune di quelle consigliate

La quarantena forzata in Italia a causa dell’emergenza Coronavirus ci costringe a casa. Tra corsi di palestra virtuali, libri da leggere, ci sono molti che hanno optato per le cosiddette “maratone” davanti alla tv. A questo proposito ci viene in soccorso Netflix con alcune serie tv sullo sport, assolutamente da non perdere.

CALCIO – Diego Maradona

Diego Armando Maradona, ovvero il “calcio”. In questo documentario prodotto e diretto dal regista inglese Asif Kapadia, oltre 500 ore di filmati inediti provenienti dall’archivio personale del calciatore argentino: immagini girate negli anni ottanta (durante il suo periodo al Napoli) che però non vennero mai trasmesse. Kapadia se ne è servito per raccontare Maradona, un fuoriclasse in campo, quanto un personaggio “complesso” fuori dal rettangolo di gioco: i successi, i problemi personali e i casi giudiziari.

CICLISMO – Stop at nothing: The Lance Armstrong story (2014)

Il doping nel ciclismo è un tema ricorrente. In questo documentario c’è il ritratto lungo un’ora e quarantaquattro minuti per raccontare una delle più grandi truffe del mondo dello sport. E’ la storia di Lance Armstrong passato da simbolo di speranza e campione acclamato da tutti, a colui che ha truffato il mondo del ciclismo.

NBA – Iverson (2014)

Per gli appassionati di basket americano, il documentario sulla vita di Allen Iverson. Un ritratto della sua carriera tra momenti di esaltazione e tanti rimpianti. La maglia numero 3 dei Philadelphia 76ers resterà per sempre nella storia. In questa serie diretta da Zatella Beatty c’è tutta la psicologia di un fuoriclasse e della sua carriera chiusa con i tanti “se” alle spalle.

COLLEGE FOOTBALL – Losers (2019)

Se non sai perdere, non saprai nemmeno vincere“: la frase che riassume perfettamente cosa ci riserva questa serie: otto storie differenti di sportivi che hanno talento e che hanno fatto strada nel proprio sport, ma a un certo punto sono “caduti” al tappeto per una sconfitta e costretti a riconsiderare tutta la loro vita. Inizia qui la sfida contro se stessi, a rialzarsi e a combattere contro un avversario nuovo: la società che esalta solo ed esclusivamente i vincitori, dimenticandosi di tutti gli altri.

FORMULA 1: Drive To Survive (2019)

Dieci episodi di 30-40 minuti che raccontanto la stagione di F1. Un ritratto senza censure, che evidenzia i successi e le frustrazioni di tutte le squadre, tramite materiale d’archivio e interviste ai vari protagonisti: i piloti, i proprietari delle scuderie e le altre persone coinvolte nell’organizzazione delle corse. Un “dietro le quinte” che fa scoprire una prospettiva inedita dei protagonisti della Formula 1.

FOOTBALL AMERICANO – Last Chance U (2016-2019)

In questa docu-serie prodotta da Netflix c’è tutto il mondo del football americano dei college universitari. Le vicende dei talentuosi ragazzi americani che dopo aver perso il posto in college di Division one (per caratteri turbolenti o condotte antisportive), decidono di ricominciare la scalata. Vincere il torneo è la loro ultima occasione (la last chance del titolo) per lanciarsi nel football professionistico. Ma per farlo i ragazzi devono affrontare, fuori dal campo, una battaglia durissima: quella contro se stessi.

NBA – The Carter Effect (2017)

Il percorso dei Toronto Raptors verso il primo titolo NBA è stato lungo e difficoltoso. Questo documentario ripercorre i primi anni della franchigia canedese nella lega. Al centro, l’impatto di Vince Carter (simbolo della storia dei Raptors), sulla cultura pop e sulla scena del basket canadese. Se i Raptors sono quel che sono oggi parte del merito va proprio a Carter, capace a fine anni novanta di mettere il basket all’attenzione di Toronto e del Canada, un Paese che fino ad allora conosceva solo l’hockey sul ghiaccio.

NFL – Nella mente di un killer: Aaron Hernandez (2017)

Il documentario di tre episodi, presenta filmati in aula, interviste con ex compagni di squadra di Hernandez e persino alcune delle telefonate private di Hernandez dalla prigione, il tutto con l’obiettivo di entrare nella mente di un assassino, come da titolo. La storia è quella di un giocatore di NFL, condannato all’ergastolo per omicidio di primo grado nel 2015 e trovato morto all’età di 27 anni dopo essersi impiccato in prigione.

CALCIO – Sunderland “til I die” (2018)

Otto episodi per raccontare la disastrosa stagione del 2017-18 del Sunderland (Inghliterra). Dalla speranza di un’immediata risalita in Premier League alla fallimentare retrocessione in League One (serie C inglese). Il presidente Short (con tutti i suoi errori di gestione) che cerca di attirare investitori, i tifosi che nonostante le difficoltà si attaccano ancora di più alla squadra e i due allenatori alternatisi sulla panchina, con il loro tentativo disperato, di raddrizzare le sorti della stagione dei Black Cats.

F1 – Senna (2010)

Uno dei più grandi sportivi di tutti i tempi, fuoriclasse della Formula 1 raccontato nel documentario di Asif Kapadia della durata di 105 minuti. Immagini inedite e testimonianze dirette per conoscere tutti gli aspetti del pilota brasiliano scomparso tragicamente in un incidente proprio in un Gran Premio di automobilismo (1994).

OLIMPIADI – Icarus (2017)

La scottante docu-inchiesta (premiata con l’Oscar come miglior documentario) di Bryan Fogel sul doping nello sport e alle Olimpiadi. Bryan, ciclista amatoriale e colpito dalla storia di Armstrong, che scoperchia il vaso di Pandora del doping, attraverso delle videochiamate con lo scienziato Grigory Rodchenkov, ritrovatosi a insabbiare esami delle urine a livello nazionale riguardanti le Olimpiadi di Sochi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter