F1, GP di Gran Bretagna, una startup italiana alla griglia di partenza
single.php

Ultimo aggiornamento il 28 luglio 2020 alle 11:09

F1, una startup italiana alla griglia di partenza del GP di Gran Bretagna

Il progetto viene lanciato in collaborazione con il title partner del team campione del mondo e utilizza tecnologie innovative per coinvolgere i fan in tutto il mondo

Ci sarà anche una startup italiana in occasione del Gran Premio di Formula 1 della Gran Bretagna, che si terrà il prossimo 2 agosto. Stargraph è stata infatti scelta dal 6 volte campione del mondo Lewis Hamilton, come piattaforma digitale per rilasciare ai propri fan un numero limitato di autografi. Un progetto che utilizza tecnologie innovative per coinvolgere i fan della F1.

Lewis Hamilton

“Non solo una milestone di straordinaria importanza per Stargraph, ma anche un sogno che si realizza” ha commentato Michele Imbimbo, CEO di Stargraph. “Dopo aver lavorato in grandi eventi come Serie A, MotoGP e tanti altri, la nostra presenza anche in F1 rappresenta una conferma della capacità del team di lavorare con i massimi livelli dello sport professionistico. Una prova di maturità importante ma anche la conferma dell’interesse internazionale per la nostra realtà oltre che la conferma della scalabilità del modello di business”.

Leggi anche: Il calciatore Pavoletti investe in CreationDose

Il progetto viene lanciato in collaborazione con il title partner del team campione del mondo in carica con ha l’obiettivo di testare nuovi format di comunicazione legati alle attivazioni delle sponsorizzazioni, utilizzando tecnologie innovative per coinvolgere i fan in tutto il mondo.

L’italiana Stargraph, fondata nel 2017 da Michele Imbimbo e Ursula De Masi, nasce come piattaforma di fan engagement per gli eventi del mondo dello sport e della musica. Stargraph, utilizzando le tecnologie più avanzate come blockchain per certificare i contenuti ricevuti dai fan da parte delle loro star preferite, realtà aumentata e realtà virtuale per attivare i fan prima, durante e dopo gli eventi live, dà la possibilità ai veri fan di sentirsi più vicini ai loro idoli e di creare emozioni indimenticabili che durano nel tempo.

Leggi anche: Sorare, la startup del fantacalcio totalizza un round da 4 milioni

“I social media non sono lo strumento ideale per gestire e coinvolgere i fan”, sostiene l’amministratore delegato della startup. “Con Stargraph, abbiamo la visione di portare il fan engagement ad un nuovo livello grazie all’utilizzo delle tecnologie più avanzate e di consentire alle star di gestire e monetizzare direttamente le proprie fan-base senza sottostare agli algoritmi ed i limiti imposti dalle diverse piattaforme social. Il nostro punto di forza è che siamo perfettamente integrabili con esse ma rimaniamo completamente indipendenti e riusciamo a soddisfare al 100% le richieste ed i bisogni dei nostri partners”, ha concluso Michele Imbimbo, CEO di Stargraph.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche