La crisi del calcio: la pandemia ha svalutato i giocatori del 14,4%
single.php

Ultimo aggiornamento il 2 settembre 2020 alle 10:26

La crisi del calcio: la pandemia ha svalutato i giocatori del 14,4%

I numeri del rapporto di KPMG Football Benchmark

Stadi vuoti, campionati sospesi per mesi e poi ripresi in piena estate a porte chiuse. Il 2020 è l’annus horribilis anche per il calcio. Secondo gli ultimi dati del rapporto di KPMG Football Benchmark il valore complessivo dei giocatori professionisti è diminuito del 14,4% rispetto a febbraio 2020. La cifra equivale a 5,4 miliardi di euro che riguardano le prime dieci leghe europee colpite duramente dal lockdown e dall’effetto pandemia sull’economia in generale. I campionati sono ripresi, la Champions e l’Europea League hanno concluso questa difficile edizione. Ma la strada non è certo in discesa.

Leggi anche: Coronavirus, stadi off limits per il pubblico in Germania per tutto il 2020

Calcio: è iniziata la ripresa?

Guardando ai grafici del rapporto di KPMG si nota che la fase più dura è stata quella tra febbraio e maggio, quando il valore complessivo dei giocatori è crollato del 17,6%, ovvero 6,6 miliardi di euro. Tra maggio e agosto le statistiche rilevano una leggera risalita del 3,8%, ancora però insufficiente per rimediare alle perdite. I numeri potrebbero anche migliorare, ma le cronache impongono cautela visti i rischi di una seconda ondata nel vecchio continente.

Leggi anche: Nike, Adidas e Puma: il lockdown è “costato” 7,3 miliardi di euro

© Fonte: profilo Facebook Tokyo 2020

Il documento ha preso in esame 4.5o0 calciatori professionisti, aggiornando anche la classifica dei più costosi. Il campione del mondo Kylian Mbappé, attaccante del Paris Saint-Germain, è il giocatore che vale di più: 200 milioni di euro (+12 milioni). Sul podio, staccati di molto, troviamo il brasiliano Neymar (148 milioni di euro) e l’inglese Sterling (140 milioni di euro). Il campione argentino Messi è in settima posizione con un valore di 123 milioni di euro, mentre CR7 – sopresa – non è nemmeno nella top 10: Ronaldo è in fondo, al 41esimo posto, con 71,1 milioni di euro.

Leggi anche: Serie A: arriva il virtual coach, l’AI al servizio del calcio

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter