Atari lancia gli hotel dedicati ai videogochi

Ultimo aggiornamento il 15 febbraio 2020 alle 8:00

Atari si rifà il look: hotel a tema videogiochi

Atari si rià il look con gli Hotels a tema videogiochi. Il primo sarà costruito a Phoenix nel 2020 e prevederà esperienze immersive e tornei eSports per i clienti.

Qualsiasi appassionato, ricorderà sicuramente il nome Atari, la famosissima azienda americana, nota tra gli anni 70-80 per Pong, Asteroids e Battlezone, videogiochi diventati dei “classici” per i videogamers.

Pong – videogioco “classico” di Atari

L’Atari di oggi è profondamente cambiata e la notizia diffusa in un comunicato stampa emesso pochi giorni fa, ha davvero stupito. L’azienda americana ha siglato l’accordo con GSD Group e True North Studio per la costruzione degli Atari Hotel, i primi alberghi al mondo a tema videoludico.

Il primo Atari Hotel sarà edificato in Arizona a Phoenix e inaugurato entro la fine del 2020. La catena prevede inoltre la costruzione di altre strutture ad Austin, Denver, Chicago, Las Vegas, San Francisco, San Jose e Seattle.

 

Dettagli sul progetto Atari Hotel

 

Gli Atari Hotels saranno hotel ad altissimo intrattenimento con esperienze immersive uniche, adatte ad ogni pubblico e abilità di gioco. VR e AR saranno al centro dell’entertainment degli ospiti. Negli hotel saranno previsti anche locali speciali per le sfide di eSportsFred Chesnais, il CEO di Atari, ha così descritto il progetto Atari Hotel:

“Siamo entusiasti di collaborare con GSD Group e True North Studio per costruire i primi hotel a marchio Atari in assoluto negli Stati Uniti. Insieme costruiremo uno spazio che sarà molto più di un semplice posto dove stare. Atari è un marchio iconico globale che risuona con persone di tutte le età, paesi, culture ed etnie e non vediamo l’ora che i nostri fan e le loro famiglie possano apprezzare questo nuovo concetto di hotel.”

Atari hotels – rendering del progetto

Il 2020, oltre agli Atari Hotels dovrebbe vedere la luce dell’attesissima console VCSIl suo hardware moderno funzionerà con il sistema operativo Linux, in modo da permettere ai fan, sia di far funzionare i giochi attuali, sia quelli storici. Tante novità che dimostrano quanto Atari sia impegnata a dare una rispolverata al proprio marchio.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter